Il quartiere dove si trova AnB/2 le case

Il quartiere dove si trova AnB è uno di quelli caratteristici della vecchia Milano dell’Ottocento. Ed è proprio alla fine del secolo che comincia la trasformazione del  Borgo degli Ortolani (in dialetto borgh di scigulatt, coltivatori di cipolle) che si era andato formando all’esterno delle mura cinquecentesche e che, probabilmente, era un agglomerato di orti e case, solcato dalla via maestra per Varese, via Canonica, che in parte mantiene ancora oggi il suo tracciato originario.

casa popolare in via Canonica completamente ristrutturata

casa popolare in via Canonica completamente ristrutturata

Il borgo viene annesso alla città nel 1873 e subisce una decisiva trasformazione con il piano regolatore del 1884 che traccia nuove vie per valorizzare il quartiere ancora periferico al cui limite settentrionale sorgeva il Cimitero Monumentale, oggi noto museo a cielo aperto, che ospita opere dei più importanti scultori e architetti  italiani del diciannovesimo e ventesimo secolo.

L’urbanizzazione di fine ottocento è evidente nello stile della maggior parte degli edifici residenziali che esistono ancora oggi e caratterizzano fortemente il quartiere.

 

ghirlande in terracotta

ghirlande in terracotta

balconi in pietra con colonnine e cornici aggettanti al piano nobile

balconi in pietra con colonnine e cornici aggettanti al piano nobile

pietra lavorata a diamante

pietra lavorata a diamante

portone con colonne e loggiato

portone con colonne e loggiato

Tra le case stile di inizio ‘900 sorgono anche edifici moderni, costruiti sui vuoti lasciati dai bombardamenti che a partire dal 1940 hanno martoriato la zona che si trova a ridosso dello snodo ferroviario della Stazione Garibaldi e di alcuni opifici tra cui La Fabbrica del Vapore.

Tuttavia, specie negli ultimi vent’anni, si è preferito valorizzare palazzi e case ex popolari (a Milano sono dette di ringhiera perché le abitazioni si affacciavano su un lungo ballatoio al termine del quale erano posti i bagni comuni a tutti gli inquilini).

casa completamente ristrutturata

casa completamente ristrutturata

Nel quartiere ottocentesco spicca, per contrasto, la chiesa parrocchiale costruita tra il 1964 e il 1968 su progetto dall’architetto svizzero Fritz Metzger

… La vecchia epoca e la vecchia Chiesa significavano spesso separazione e isolamento. La nuova Chiesa e la nuova epoca richiedono impegno, condivisione, comunità. La nostra religione è la religione della comunità. A questo dovrà puntare il mondo. Chi vive la comunità, viene salvato; chi la vive male, è perduto.

pilastri in cemento armato che sostengono la copertura del sagrato

pilastri in cemento armato che sostengono la copertura del sagrato

l'interno della chiesa

l’interno della chiesa

Sotto il sagrato, accanto alla porta d’ingresso compare un display insolito per una chiesa.

display-chiesa

Ancora più sorprendente è scoprire che la nuova chiesa della Santissima Trinità  prende il nome di una molto più antica, citata già nelle cronache del tredicesimo secolo. E che esiste ancora il campanile originario, nascosto dai rampicanti dentro il cortile di un complesso residenziale degli anni sessanta del secolo scorso.

campanile del XIII secolo in via Giannone, 9

campanile del XIII secolo in via Giannone, 9