A Milano si lavora. Bene?

A Milano prima di tutto si lavora e quando si vuole riportare qualcuno con i piedi per terra gli si rivolge l’esortazione: “ma va a laurà!”, vai a lavorare. Da sempre questa città pensa a se stessa come il luogo dove si lavora e, se non si lavora, non si esiste.

Negli ultimi anni la realtà è cambiata, e parecchio, così come è cambiato il lavoro che, tuttavia, resta un tratto essenziale nella cultura della città. Perciò Milano rappresenta  la cornice adatta per iniziare a guardare al lavoro in modo differente.

Se si escludono istanti prodigiosi e singoli che il destino ci può donare, l’amare il proprio lavoro (che purtroppo è privilegio di pochi) costituisce la migliore approssimazione concreta alla felicità sulla terra: ma questa è una verità che non molti conoscono. Primo Levi La chiave a stella

Amare il proprio lavoro rende felici, ma come si fa ad amarlo quando tutto sembra indicare che sia il lavoro a non amarci?

Un paio di mesi fa, camminando per strada, il mio sguardo è stato catturato dalla frase: “Centro per il disagio lavorativo”, scritta sulla targa di un portone. Ricordo di essermi domandata se in quel palazzo ci fosse un laboratorio di disagio. Poi, ravvedendomi, mi sono risposta che quello era un luogo di ascolto e di cura per persone che stanno male con il loro lavoro.

Preferirei di noHerman Melville Bartleby lo scrivano

Da quel momento però l’idea di un opificio dove si creasse un modo differente di stare con il proprio lavoro ha cominciato ha farsi spazio nella mia mente.

ricreare il benessere per lavorare

Benessere Lavorativo è il titolo di un progetto per ricreare con le persone l’idea che si possa lavorare bene e essere almeno un po’ contenti di ciò che si fa. Ci saranno due giornate di laboratorio a Sistema Counseling  dove si racconterà il lavoro e si cercheranno insieme le risorse e i modi per ricreare ciascuno a proprio modo il benessere nel proprio lavoro.

Nell’ozio, nei sogni, la verità sommersa viene qualche volta a galla.Virginia Woolf Una stanza tutta per sè

Per gli ospiti di AnB è possibile prenotare insieme al pernottamento anche un colloquio di counseling per trasformare un viaggio, soprattutto quello di lavoro, in un soggiorno di benessere lavorativo.